Figli del giorno saremo

Siamo figli della notte

di zoppe verità

che l’orgoglio ha storpiato

discorsi appesi

a mezz’aria

che sprofondano

in un mare di visi senza volto

bui

come ovuli ciechi.

Ma se perdi la vista

è perché hai guardato il sole.

Figli del giorno saremo,

di parole distese al sole

pugni verso le nuvole

e cuori come cieli aperti

di versi che risplendono

senza temere di bruciare

la carne, mostrarsi nudi

alla luce

e preferir tuttavia riuscire

ad amare

che vincere la guerra.